Sabina Strano Rossi

Istruzione

1985: Maturità Classica.

Luglio 1990: Laurea in Farmacia Università La Sapienza, 110/110.

Novembre 1990 abilitazione all’esercizio della professione.

1995: consegue il titolo di Dottore di ricerca in Scienze Medico-Forensi, frequentando il laboratorio di Tossicologia Forense dell’Università Cattolica del S. Cuore.

Esperienze professionali

Dal 2012 ricercatore presso l’Istituto di Medicina Legale dell’Università Cattolica di Roma. Responsabile del Laboratorio di Tossicologia Forense.
E’ titolare di insegnamenti nelle scuole di specializzazione in Medicina Legale, Igiene e Medicina del Lavoro e nei i corsi di laurea per Tecnici di Laboratorio, Biotecnologi e Tecnici Radiologi presso le sedi di Roma e Campobasso.

La sua esperienza, maturata presso il laboratorio di Tossicologia Forense dell’Università Cattolica, è focalizzata nel campo della ricerca sulle droghe d’abuso (sviluppo di metodologie analitiche per la loro determinazione in varie matrici biologiche ed interpretazione del dato; applicazione di tali metodiche a studi epidemiologici e su larga scala; analisi dei sequestri di stupefacenti provenienti dal mercato clandestino, ed in particolare, negli ultimi anni, di Nuove Sostanze Psicoattive). Esperienza nella validazione di metodi analitici e di formazione a personale tecnico laureato e non per lo svolgimento di attività di ricerca e messa a punto di metodiche analitiche nel campo della tossicologia forense.

Dal 1994 ha svolto attività di ricerca su progetti finanziati da Enti Italiani e stranieri, tra cui: CNR, UNICRI, Ministero Salute, Giunta di Galizia (Spagna), ISPESL, Commissione Vigilanza sul Doping, Dipartimento Politiche Antidroga.

Dal 1998 al 2011 è stata analista senior, con funzioni direttore di branca, presso il Laboratorio Antidoping di Roma della FMSI. Responsabile analisi stimolanti e droghe d’abuso. Nel 2006 è stata la responsabile delle analisi relative a stimolanti – narcotici- droghe d’abuso – diuretici nelle Olimpiadi invernali Torino 2006.

Più recentemente, è stata project manager dei progetti TOXTEST- Studio sperimentale su sistemi di drug-testing rapidi”; “VARD – Violence and date rape drugs” e “SMART STOP” e responsabile scientifico del progetto NEPRA “New Psychoactive Substances and Road Accidents” del Dipartimento delle Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio.

Associazioni e pubblicazioni

Ha al suo attivo Oltre 50 interventi/relazioni/poster a congressi nazionali ed internazionali, seminari e lezioni presso le facoltà di Medicina, Chimica e Farmacia dell’Università di Roma “Sapienza”e di Medicina e Chimica dell’Università di Santiago de Compostela.
Coautrice di 4 capitoli su libri nel settore della Medicina Legale/Tossicologia AnaliticaAutrice/coautrice di oltre 50 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali impattate e di circa 20 pubblicazioni su riviste nazionali.

Membro del GTFI dal 1993 e consigliere del Direttivo dal 2015; Membro della TIAFT dal 1994; Membro della Commissione Qualità del GTFI, ha partecipato alla elaborazione delleLINEE GUIDA PER I LABORATORI DI ANALISI DI SOSTANZE D’ABUSO CON FINALITÀ TOSSICOLOGICO-FORENSI E MEDICO-LEGALI rev. 2, 3 e 4.

Membro estero di commissione per la discussione di tesi di dottorato presso l’Università di Santiago di Compostela, Spagna; Esperta presso il Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS), Losanna; Reviewer di riviste scientifiche internazionali.